AIS Associazione Impianti Sportivi
organizziamo e coordiniamo attività di promozione, diffusione, agevolazione per la realizzazione di Imapianti Sportivi Sostenibili Energeticamente, Economicamente e Socialmente
Scopri di più

STATUTO AIS

 

STATUTO ASSOCIATIVO 

"AIS - ASSOCIAZIONE IMPIANTI SPORTIVI"

 


ART. 1 - COSTITUZIONE - DENOMINAZIONE - SEDE


E’ costituita la "AIS - Associazione Impianti Sportivi", con facoltà di operare sia in Italia che all’estero che può ricomprendere fra gli associati Studi di Progettazione, Società di Servizi, Produttori, Imprese, Società di manutenzione, Gestori, Professionisti etc. che svolgano attività nel Settore dell’Impiantistica Sportiva.

L’Associazione ha sede in Milano; gli uffici della sede potranno essere trasferiti con delibera del Consiglio Direttivo. Il Consiglio Direttivo può istituire delegazioni e/o uffici in altre località del territorio nazionale.


Art. 2 - DURATA DELL’ASSOCIAZIONE 


L'Associazione ha durata fino al 31 dicembre 2050. L'Associazione potrà essere prorogata od anticipatamente sciolta con delibera dell'Assemblea straordinaria degli Associati.


ART. 3 - SCOPI DELL’ASSOCIAZIONE 


L’Associazione, che esclude nella propria attività ogni fine di lucro, ha come scopo istituzionale di promuovere e tutelare gli interessi collettivi del settore e della categoria ed in via esemplificativa e non esclusiva si propone l'organizzazione ed il coordinamento di:

 

- attività di promozione, diffusione, agevolazione per la realizzazione di Impianti Sportivi, di piccola, media e grande dimensione, sostenibili energeticamente, economicamente e socialmente, rispettando i principi di accessibilità e fruibilità, con particolare attenzione per le persone diversamente abili;

 

- studio e risoluzione di problemi di carattere tecnico, economico e normativo che interessino l’impiantistica sportiva - in tutte le sue accezioni - e tutte le attività correlate sia alle aree interne che esterne;

 

- promozione dei principi di efficienza energetica applicati all’impiantistica sportiva in linea con i concetti previsti dalla Direttiva 27/2012 UE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 25.10.2012;

 

- promozione tra gli Associati dello scambio di informazioni ed esperienze relative alle tematiche inerenti l’Associazione;

 

- costituzione di canali di formazione ed informazione tecnico-scientifica attraverso iniziative di collegamento tra gli Associati e nei confronti del mondo imprenditoriale, quali la realizzazione di incontri, studi, pubblicazione di bollettini, riviste, dispense, sia utilizzando i metodi tradizionali, sia attraverso supporti informatici e telematici;

 

- studi di natura tecnico-manageriale, eventualmente cooperando con Enti, Istituzioni, centri di ricerca, istituti universitari e con il sistema bancario italiano ed internazionale;

 

- promozione di cultura d’impresa costituendo raccolte documentarie, banche-dati, etc., la realizzazione di proposte operative e studi di fattibilità a favore di imprese, enti ed istituzioni, associate e non, che ne possano fare richiesta, seguendo gli iter amministrativi e burocratici, anche demandando la realizzazione stessa a propri membri associati od a consulenti esterni;

 

- promozione ed organizzazione di corsi di specializzazione sia imprenditoriali che di specializzazione tecnico-professionale post-diploma o post-laurea, anche d’intesa con altre associazioni, istituti universitari, enti pubblici o privati, enti bancari, etc.;

 

- partecipazione dei propri Associati a mostre e convegni, dibattiti, conferenze, tavole rotonde, comitati di studio, al fine di attivare le azioni possibili ed opportune, anche nelle sedi istituzionali, per la promozione delle leggi, norme e regolamenti, inerenti in particolare la realizzazione di impianti sportivi sostenibili.

 

L'Associazione non potrà in alcun caso distribuire utili fra i propri associati. L'Associazione è apolitica ed aconfessionale e, come detto, non ha fini di lucro. L’Associazione ha autonomia decisionale, operativa e di rappresentanza all’esterno, in armonia con lo Statuto e nei limiti dello stesso, e persegue le predette finalità improntando i propri  comportamenti al Codice Etico dell’Associazione stessa.


ART. 4 - SOCI


Gli iscritti all’Associazione si distinguono in Soci Effettivi, Soci Aggregati e Soci Onorari. Possono aderire all’Associazione in qualità di Soci Effettivi o Soci Aggregati, gli Studi di Progettazione, Società di Servizi, Produttori, Imprese, Società di manutenzione, Gestori, Professionisti etc. che operano nel Settore dell’Impiantistica Sportiva o attività complementare all’impiantistica sportiva.

L’appartenenza all’Associazione comporta l’assunzione delle responsabilità precise in qualità di socio. A tale fine il nuovo iscritto deve dichiarare la propria accettazione del presente Statuto e del Codice Etico dell’Associazione.

 

I Soci Effettivi sono costituiti da Studi di Progettazione, Società di Servizi, Produttori, Imprese, Società di manutenzione, Gestori, Professionisti etc., con sede legale nel territorio nazionale che svolgano attività dirette alla produzione di beni e/o servizi nel settore di interesse dell’Associazione e che si riconoscano nei valori del mercato e della libera concorrenza.

 

I Soci Aggregati sono costituiti da altre realtà imprenditoriali che presentino elementi di complementarità, di strumentalità e/o di raccordo tecnico, scientifico ed economico con l’imprenditoria rappresentata dai Soci Effettivi, purché risultino operanti nel settore delle costruzioni e/o dell’impiantistica per gli impianti sportivi (Per esempio: Istituti di Ricerca, Laboratori Prove materiali, Società di Servizi; Dipartimenti Universitari, Federazioni Sportive, Associazioni Sportive, etc.).

 

I Soci Onorari sono costituiti da Ministeri, Enti di Normazione, Università, Atleti o ex Atleti di riconosciuta fama, personalità del mondo dello sport che per il loro prestigio e il loro significativo contributo nel settore possano essere ammessi gratuitamente dietro presentazione di almeno tre Soci Effettivi.

 

Tra i Soci Effettivi si individuano inoltre i Soci Fondatori dell’Associazione che sono i firmatari dell'atto costitutivo.


ART. 5 - DOMANDE DI ADESIONE


La domanda di adesione, sottoscritta dal legale rappresentante dell’Organizzazione richiedente o da un suo procuratore delegato a rappresentare il richiedente presso l’Associazione, deve essere indirizzata al Presidente dell’Associazione e compilata sugli appositi moduli.

La domanda deve contenere l’espressa accettazione delle norme del presente Statuto, di tutti i diritti ed obblighi da esso derivanti nonché del Codice Etico dell’Associazione.

I rappresentanti delle Organizzazioni che intendano aderire devono dare piena affidabilità sotto il profilo legale e morale, anche con riferimento al Codice Etico.

Nella domanda dovranno essere specificate le generalità del titolare o del legale rappresentante dell’Organizzazione, la natura dell’attività esercitata, la descrizione dettagliata dei gruppi merceologici di competenza rispetto alla propria attività, l’ubicazione dell’Organizzazione e quant’altro richiesto nel modulo di adesione dell’Associazione.

Le domande vengono esaminate dal Consiglio Direttivo che delibera sull'ammissione o sul rigetto a maggioranza dei presenti. Il Consiglio Direttivo si riserva la facoltà di concedere adesioni gratuite in virtù di situazioni speciali.

L’esame della pratica e la relativa deliberazione può avvenire anche mediante coinvolgimento del Consiglio Direttivo a mezzo posta elettronica.

Il parere del Consiglio Direttivo dell’Associazione deve essere comunque espresso entro sessanta (60) giorni dalla presentazione della domanda di ammissione. In ogni caso nella prima riunione del Consiglio Direttivo l’accettazione della domanda deve essere ratificata e verbalizzata.

In caso di rigetto della domanda, l'Associazione deve notificare, motivandola, la propria decisione.

Tutti i Soci, Effettivi, Aggregati ed Onorari, vengono iscritti nel Registro delle Organizzazioni aderenti all’Associazione.


ART. 6 - DECORRENZA DELLE ISCRIZIONI


La decorrenza dell’iscrizione per un nuovo associato parte dalla data dell’avvenuta accettazione della domanda di adesione da parte del Consiglio Direttivo che viene comunicata ufficialmente per iscritto al richiedente.

L’adesione può avvenire in qualunque momento dell’anno e la relativa quota associativa sarà corrisposta proporzionalmente come sotto riportato :

 

- fino al 30 giugno, quota intera;

- dal 1° luglio, quota ridotta del 50 % sull’anno.


ART. 7 – DURATA DELL’ISCRIZIONE, RINNOVO, DIMISSIONI ED ESCLUSIONI


La durata dell’iscrizione del Socio è annuale (anno solare).

Il rinnovo annuale è automatico, tranne che venga trasmessa comunicazione di recesso da parte dell’associato.

Le dimissioni dell’associato devono essere pertanto trasmesse all’Associazione per iscritto con un preavviso minimo di 3 mesi prima della data di scadenza dell’iscrizione annuale, ovvero entro e non oltre al 30 Settembre di ogni anno.

L’esclusione del Socio da parte dell’Associazione è regolata sulla base di decisioni prese da parte del Comitato Direttivo ed in particolare per:

 

- un comportamento non Etico;

- un comportamento scorretto e lesivo nei confronti dell’associazione e/o di altri associati;

- il mancato rispetto dello Statuto associativo;

- il mancato pagamento della quota associativa;

- procedure concorsuali;

- non partecipare a tre riunioni consecutive dell’Associazione.


Art. 8 – DIRITTI E DOVERI DEI SOCI, OBBLIGHI E SANZIONI


La qualità di Associato dà diritto a quest'ultimo di avvalersi delle prestazioni dell'Associazione.

Gli Associati si obbligano alla partecipazione alla vita associativa ed al sostegno finanziario dell’Associazione.

Gli Associati hanno diritto a godere ed usufruire del titolo di membro aderente all'AIS, di ricevere atti e pubblicazioni dell'Associazione, di partecipare alle assemblee e/o a qualsiasi altro incontro o manifestazione da essa organizzata.

La qualità di Socio Effettivo dà diritto a partecipare ed intervenire nella vita associativa, all’elettorato attivo e passivo negli organi associativi, purché in regola con tutti gli obblighi statutari.

I Soci Effettivi hanno diritto all’uso del logo e dell’emblema associativo nel rispetto dell’apposito Regolamento. Hanno altresì diritto all’attestazione di partecipazione all’Associazione.

Per i Soci Aggregati sono esclusi i servizi di rappresentanza e di nomina in commissioni esterne per conto dell’Associazione.

Ai Soci Aggregati è riconosciuto il diritto all’elettorato attivo e passivo limitatamente al Comitato e/o al Gruppo di Lavoro di appartenenza.

Gli Associati che si rendessero inadempienti agli obblighi del presente Statuto ed al Codice Etico, sono passibili delle seguenti sanzioni:

 

- sospensione dal diritto a partecipare all'Assemblea dell’Associazione;

- censura dal Presidente dell'Associazione, comunicata per iscritto e motivata;

- sospensione da ogni servizio e da ogni attività sociale, per un periodo non superiore a sei mesi;

- decadenza dei rappresentanti dell’Organizzazione che ricoprano cariche direttive nell’Associazione;

- decadenza dei rappresentanti dell’Organizzazione che ricoprano incarichi in sedi di rappresentanza  esterna dell’Associazione;

- sospensione dell'elettorato attivo e/o passivo;

- espulsione nel caso di ripetuta morosità o di altro grave inadempimento agli obblighi derivanti dal presente Statuto e dal Codice Etico.


Gli associati sono inoltre tenuti a non diffondere alcuna notizia riservata sull'attività personale e/o dei singoli Soci e dell'Associazione.


Art. 9 - MEZZI FINANZIARI


I mezzi finanziari dell'Associazione sono costituiti:

 

- da contributi associativi annuali versati dai Soci;

- da ogni altro contributo corrisposto all'Associazione a qualsiasi titolo da aziende, società e/o privati;

- da eventuali introiti per le attività svolte;

da oblazioni, donazioni e sponsorizzazioni.


ART. 10 - CONTRIBUTI ASSOCIATIVI


Gli Associati, devono corrispondere i contributi associativi deliberati annualmente dall’Assemblea entro i termini di tempo che verranno indicati.

I versamenti dei contributi dovranno pervenire direttamente sul conto corrente dell’Associazione che provvederà alle necessarie contabilizzazioni ed all’emissione di regolare ricevuta.

Qualsiasi contributo corrisposto all’Associazione - diverso dalla quota annuale associativa - verrà registrato e trattato analogamente.


ART. 11 - ORGANI SOCIALI


Sono organi dell’Associazione:

 

- l’Assemblea Generale dei Soci;

- il Consiglio Direttivo (con funzioni anche di controllo Etico);

- il Presidente dell’Associazione;

- uno o due Vice Presidenti;

- il Segretario Generale ed il Tesoriere.

 

Tutte le cariche sono gratuite. La durata delle cariche è triennale, con differenti modalità di rielezione a seconda delle cariche stesse, ed i componenti degli organi sociali sono rieleggibili.

Le cariche possono essere assunte soltanto da persone fisiche che rappresentano associati aderenti come Soci Effettivi. Qualora l’associato si ritiri dall’associazione viene a decadere la carica del suo rappresentante. Qualora il rappresentante dell’associato lasci l’azienda, il Comitato Direttivo

valuterà se accogliere il subentro di un nuovo rappresentante o procedere ad nuova elezione.

E’ inoltre prevista la costituzione di organi tecnici (Comitato Scientifico e Comitato Tecnico e/o Gruppi di Lavoro) che saranno incaricati dal Consiglio Direttivo di perseguire determinati obiettivi .

Il funzionamento di tali Comitati sarò regolamento da uno specifico Regolamento Tecnico .


ART. 12 - ASSEMBLEA GENERALE E DELEGHE


L’Assemblea è costituita dai Soci Effettivi in rappresentanza degli Associati, in regola con i contributi associativi. L’Assemblea ordinaria viene convocata dal Consiglio Direttivo, almeno una volta all’anno, entro e non oltre il 30 giugno. Le Assemblee straordinarie possono essere convocate in ogni momento dell’anno - secondo necessità - dal Consiglio Direttivo.

Per casi di estrema urgenza e/o gravità l’Assemblea può essere invitata dal Presidente - sentito il Consiglio Direttivo e dietro motivata argomentazione - ad esprimersi ed a deliberare mediante referendum scritto. La delibera per referendum è espressamente esclusa per la nomina delle cariche sociali e per le modifiche statutarie.


ART. 13 - MODALITA’ DI CONVOCAZIONE DELL’ASSEMBLEA


L’Assemblea Ordinaria è convocata almeno una volta all’anno dal Presidente dell’Associazione o, in caso di sua assenza od impedimento, dal Vice Presidente (più anziano).

La convocazione avviene mediante avviso scritto, diretto a ciascun Socio, almeno 15 giorni prima della data fissata per l’Assemblea.

In caso di massima urgenza, la convocazione potrà essere fatta mediante e-mail o altri mezzi tecnici similari, con preavviso di almeno 5 giorni. Nell’avviso di convocazione devono essere elencati gli argomenti posti all’ordine del giorno e indicati luogo, giorno ed ora della convocazione. ____

Verrà inoltre indicata la data della seconda convocazione, nel caso la prima andasse deserta. La seconda convocazione può essere fissata nello stesso giorno indicato per la prima o nei dieci giorni successivi. L’Assemblea può essere convocata in via straordinaria in qualsiasi momento, quando il Presidente o il Consiglio Direttivo lo ritengano opportuno.

L’Assemblea può essere convocata in via straordinaria anche quando ne è fatta richiesta scritta, rivolta al Presidente, da almeno un terzo dei Soci effettivi.


ART. 14 - VALIDITA’ DELL’ASSEMBLEA


L’Assemblea Generale ordinaria è validamente costituita quando sia presente, in prima convocazione, almeno la metà dei voti spettanti ai Soci Effettivi.

Per la seconda convocazione è necessaria la presenza di almeno un terzo dei voti spettanti ai Soci Effettivi.

L’Assemblea straordinaria è validamente costituita quando siano presenti almeno due terzi dei Soci Effettivi. Le deliberazioni sono prese a maggioranza dei voti presenti senza tenere conto degli astenuti. Nel caso di parità di voti, il voto del Presidente dell’Assemblea è determinante.

Per le modifiche statutarie occorre sempre la partecipazione di almeno due terzi del numero dei Soci Effettivi.


ART. 15 - POTERI DELL’ASSEMBLEA


I poteri attribuiti all’Assemblea Generale sono i seguenti:

 

- nomina il Presidente dell’Associazione e i componenti del Consiglio Direttivo, tutti scelti fra i Soci Effettivi;

- deliberare sulle relazioni e sui bilanci sociali (consuntivo e preventivo) presentati dal Consiglio;

- deliberare in merito alla politica ed agli obiettivi dell’Associazione predisposti dal Consiglio Direttivo;

- deliberare sui problemi e sulle direttive di ordine generale e determinare il programma dell’attività associativa;

- deliberare le contribuzioni associative su proposta del Consiglio Direttivo;

- approvare il Regolamento per l’uso del marchio e del logo dell’Associazione. Gli stessi saranno depositati e protetti a norma di legge;

- deliberare sulle proposte di modifica dello Statuto;

- discutere sugli argomenti di volta in volta posti all'ordine del giorno da almeno tre Soci.

 

Delle riunioni dell’Assemblea viene redatto verbale, che sarà sottoscritto dal Presidente e dal Segretario dell’Assemblea e trasmesso a tutti i Soci ovvero messo a disposizione sul sito in area riservata.


ART. 16 - VOTAZIONI


Hanno diritto di voto esclusivamente i Soci Effettivi. Ciascun Socio Effettivo ha diritto ad un solo voto. Un Socio può farsi rappresentare, per delega scritta, da un altro Socio avente diritto di voto. Nessun partecipante può avere più di due deleghe. Gli astenuti sono considerati come presenti ai soli fini del calcolo numerico per la validità dell’Assemblea. Non sono ammessi al diritto di voto i Soci Effettivi non in regola con il versamento dei contributi. I Soci Aggregati ed i Soci Onorari hanno diritto di partecipare all’Assemblea ma non hanno diritto di voto né possono accedere alle cariche sociali. Qualora previsto le operazioni di voto possono essere svolte anche per posta/mail/pec all’Associazione. II voto per posta deve essere espresso entro sette giorni successivi alla data delle votazioni e fa fede la data del timbro postale/mail/pec. Le votazioni per delega sono proibite nel caso di voto espresso per posta/mail/pec. Per il conteggio dei voti e delle percentuali si fa sempre riferimento ai voti efficacemente espressi.


ART. 17 - CONSIGLIO DIRETTIVO


Il Consiglio Direttivo è eletto dalla Assemblea e dura in carica tre anni. Alle elezioni che avverranno prima della scadenza del mandato, ogni singolo Socio non può esprimere più di tre nomi. Il Consiglio Direttivo è composto dal Presidente dell’Associazione, dal o dai Vice Presidenti, dai Consiglieri eletti dall’Assemblea e dall’eventuale Presidente Onorario.

Il Consiglio si compone di numero minimo di tre ed un massimo di undici Consiglieri eletti (in base a quanto previsto dall'atto costitutivo e successivamente dall'Assemblea) i quali eleggono, al loro interno, un Segretario Generale, un Tesoriere ed uno o due Vice Presidenti.

La durata della carica è triennale ed i componenti del Direttivo scaduti o dimissionari sono rieleggibili. Il Consiglio Direttivo si riunisce almeno tre volte all’anno ed ogni qualvolta ne faccia richiesta il Presidente. La convocazione avviene per lettera o per posta elettronica da inviarsi almeno 10 giorni prima della data fissata. Nei casi di urgenza può avvenire anche per posta elettronica od altri mezzi simili, almeno 3 giorni prima. Il Segretario Generale ha cura di convocare il Consiglio Direttivo. Quest’ultimo sarà convocato dal Presidente o dal VicePresidente.

Compito del Consiglio Direttivo e del Segretario Generale che le coordina è gestire e provvedere alla gestione e sviluppo della Associazione. Ciascun componente ha diritto ad un voto. E’ ammessa delega da un Consigliere all’altro, con il limite di 1 delega. A parità di voti prevale il voto del Presidente. Il Consiglio Direttivo può deliberare quando è presente la maggioranza dei componenti in carica. Decadono dalla carica i Consiglieri che, senza giustificato motivo, non intervengono alle riunioni per tre volte consecutive.


ART. 18 - POTERI DEL CONSIGLIO DIRETTIVO


Il Consiglio Direttivo ha i poteri per la gestione ordinaria dell’Associazione e per il conseguimento dei suoi fini istituzionali, nell’ambito delle linee programmatiche indicate dall’Assemblea.

I compiti del Consiglio Direttivo sono:

 

- eleggere il/i Vice Presidente/i, il Segretario Generale, il Tesoriere, anche esterno al Consiglio Direttivo, nell’ambito dei propri associati;

- predisporre il rendiconto consuntivo ed il bilancio preventivo da sottoporre all’Assemblea Generale;

- proporre all’Assemblea le modalità di calcolo e l’entità dei contributi associativi;

- nominare/delegare propri rappresentanti dell’Associazione presso enti, amministrazioni, istituzioni, commissioni, organizzazioni in genere, per i problemi di specifico interesse del settore;

- costituire Commissioni di Studio, Comitati Tecnici, Gruppi di Lavoro, avvalendosi, se necessario, della partecipazione di esperti esterni, che rispondono direttamente al Consiglio Direttivo;

- esercitare le funzioni ed i poteri che gli sono conferiti per l’ammissione dei nuovi Soci, per l'esclusione degli stessi e per il Controllo Etico.


ART. 19 - PRESIDENTE 


Il Presidente ha il compito di gestire e coordinare tutte le attività dell’Associazione nei limiti del presente Statuto. E’ di diritto Presidente dell’Assemblea e del Consiglio Direttivo, dura in carica tre anni e può essere rieletto. In caso di improrogabile necessità, il Presidente può assumere decisioni di estrema urgenza, anche se di competenza di altri Organi, salvo ratifica degli Organi stessi, che il Presidente provvede a convocare con procedura d’urgenza.


ART. 20 - VICE PRESIDENTE


In caso di mancanza o di impedimento, il Presidente è sostituito dal Vice Presidente. Nel caso della presenza di due Vice Presidenti prende il controllo il Vice Presidente più anziano. Il Vice Presidente o i Vice Presidenti durano in carica tre anni e possono essere rieletti.


ART. 21 - SCIOGLIMENTO DELL’ASSOCIAZIONE


Lo scioglimento dell’Associazione potrà essere preso in considerazione, quando ne sia fatta richiesta da un numero di Soci Effettivi che rappresentino non meno di un terzo della totalità dei voti. Dovrà essere convocata - con lettera raccomandata - l’Assemblea Generale che delibererà validamente, sia in prima che in seconda convocazione, con il voto favorevole di tanti Soci effettivi che rappresentino almeno due terzi della totalità dei voti. L’Assemblea darà indicazione sulla destinazione dei beni e dei fondi comuni residui.


ART. 22 - NORME TRANSITORIE


Fino alla prima Assemblea Generale i firmatari dell'Atto costitutivo confermeranno gli attuali Consiglieri che eserciteranno le funzioni degli Organi corrispondenti fino alla prima Assemblea Generale.





Powered by Blogger.
/

Contattaci

via Monte Generoso, 6/A , 20155 Milano
+39 345 6985730
Lun - Ven (9am - 6pm)

Modulo di contatto

Names

Email

Messaggio

© Infinity. All Rights Reserved